Ora serve anche il tuo aiuto | Home | Testo appello e lettera pubblicata

7 Ottobre 2005

Riunione del 5-10-05

Riassunto della riunione di mercoledì 5-10-05
presenti Stefano, Annamaria, Sandra, Patrizia, Fulvio, Fabio, Eugenio,
Paolo.
Comunicazioni:
1. Eugenio ha riferito che il prossimo mese probabilmente alla riunione
mensile del Cai lui parlerà del referendum;
2. il segr, provinciale UIL si è mostrato molto interessato al
referendum. Nei prossimi giorni Eugenio lo contatterà per sentire se ci
appoggiano ufficialmente.
3. è stato richiesto incontro sindacale per i dipendenti che
autenticheranno le firme.
4. Fulvio è andato a Vicenza Capoluogo e ha parlato del referendum. Gli
hanno detto che ne parleranno al prossimo direttivo.
5. al 1° lunedì del mese Sandra ha parlato del referendum.
6. Annamaria ha mandato email per avvisare Sabina Guzzanti di quello che
facciamo e dell’incontro di Travaglio e chiedendole di venire a Vicenza.
7. Paolo, ho ottenuto la conferma ufficiale che il 7 dicembre Marco
Travaglio sarà a Vicenza alle 20.30 per noi.
8. Venerdì 7 ottobre uscirà su Vicenza ABC in prima pagina un articolo
sul referendum (la scorsa settimana era stato rinviato)

Abbiamo deciso:
1. creare una sintesi della relazione illustrativa del referendum da
dare nei nostri incontri – la farà Fulvio.
2. creare un nuovo testo di appello da far firmare. L’abbiamo fatto
questa sera accogliendo e rielaborando un testo di Eugenio che domani
manderà in rete.
3. creare un volantino di 1 foglio A4 fronte retro. Me ne occuperò io.
4. abbiamo discusso su cosa richiedere domani ai partiti della minoranza
che incontreremo.
5. abbiamo deciso di invitare ufficialmente Luca Bassanese alla sera del
7 dicembre alla Fiera.
6. Sandra si occuperà di far apparire qualche notizia del referendum
sulla Voce dei Berici
7. Fulvio chiederà appoggio alla Coop
8. io chiederò un riquadro a Informacittà per parlare del referendum.

Ciao,
Paolo

Per Stefano:
Questo è il testo dell’email che ho mandato stasera ai gestori del sito
di Beppe Grillo e come post nel suo blog. Molto simile a quella mandata
in agosto, tranne negli aggiornamenti delle date.

Testo:

Stiamo cercando di introdurre a Vicenza il REFERENDUM PROPOSITIVO E
ABROGATIVO (sull’esempio svizzero e bavarese).

A Vicenza il 26 luglio 2005 è accaduta una cosa mai successa in Italia.
Il Comitato Più Democrazia, dopo un lavorio di più di un anno, ha
depositato al segretario comunale un quesito referendario comunale,
chiamato Referendum Più Democrazia.
Il 2 settembre abbiamo ottenuto il giudizio di ammissibilità da parte
del Comitato degli Esperti nominati dal Comune.
La raccolta firme partirà il 14 novembre 2005. In 90 giorni dovremo
raccogliere almeno 4000 firme.

Con questo referendum utilizziamo lo strumento disponibile in questo
momento a Vicenza, ossia il referendum consultivo, per chiedere
direttamente ai cittadini se vogliono avere nello statuto il referendum
propositivo e abrogativo.

Ossia utilizziamo uno strumento di democrazia diretta debole (il
referendum consultivo non obbliga di attuare la decisione più votata
agli amministratori) per chiedere di introdurre uno strumento di
DEMOCRAZIA DIRETTA forte (il referendum abrogativo e propositivo sono
vincolanti per gli amministratori).

Non è mai successo in Italia che con lo strumento del referendum si
chieda agli amministratori di AMPLIARE GLI STRUMENTI DI DEMOCRAZIA
DIRETTA. Perchè questo fatto locale dovrebbe interessare il resto
d’Italia? Perchè in Svizzera hanno fatto esattamente così nel 1830.
Alcuni comuni più all’avanguardia hanno introdotto con lotte e un sacco
di impegno dei cittadini questi strumenti, che nel giro di pochi anni si
sono diffusi a tutti i comuni svizzeri. Il successo di questi strumenti
dal punto di vista dei cittadini ha fatto sì che si sia cominciato a
introdurre gli stessi strumenti a livello cantonale (equivalente delle
nostre regioni) e infine nazionale.

QUINDI COSA CHIEDIAMO A BEPPE GRILLO?

Solo di VENIRE A VICENZA a fare un suo spettacolo a pagamento nel
periodo tra 14-11-05 e 12-02-06 quando dovremo raccogliere le 4000
firme. E noi lì............

www.piudemocrazia.it

Inserisci la tua opinione