12 Febbraio 2007 - Appello dei cittadini di Mantova al Presidente della Repubblica per dire NO alla nuova base di Vicenza | Home | LA COMMISSIONE AFFARI ISTITUZIONALI HA TERMINATO

18 Ottobre 2007

14 Febbraio 2007 - REFERENDUM 10/9/2006 - L’ITER PROSEGUE

Mercoledì 14 febbraio si è riunita la Commissione Affari Istituzionali del comune per preparare la discussione che avverrà in C.C. riguardo all’esito del referendum del 10 settembre dello scorso anno, dove i cittadini hanno votato per la modifica dello statuto comunale con l’introduzione dei referendum abrogativo, propositivo e abrogativo-propositivo.
In questa riunione il comitato PiùDemocrazia ha consegnato alla commissione una proposta di modifica dello statuto e del regolamento degli istituti di partecipazione, al fine di favorire nei tempi e nel merito l’operato della commissione.

I contenuti di questa proposta sono la sintesi di una ricerca compiuta consultando statuti e regolamenti di enti molto più avanzati del nostro sul tema della partecipazione (reg. Sicilia, Sardegna, Toscana, com. di Ferrrara, Torino, Malo, Venezia, etc.), inoltre parte importante è l’esperienza acquisita dal nostro impegno referendario che ci ha portato ad applicare delle norme, quelle attuali, che contrastano e rendono di difficile applicazione l’istituto referendario medesimo. Infine non si può non tener conto che nel referendum costituzionale nazionale le firme da raccogliere sono intorno all’1%, degli aventi diritto al voto e non è previsto il quorum. Non si vedono motiviquindi affinché un qualsiasi altro ente debba inasprire tali adempimenti.

Principali modifiche affrontate: – Il 2% della popolazione iscritta alle liste elettorali può chiedere l’indizione dei referendum; – Il comitato si può costituire anche davanti al segretario comunale; – Introduzione dei referendum abrogativo, propositivo e abrogativo-propositivo; – I referendum si svolgono obbligatoriamente nel mese di ottobre anche in concomitanza di altre consultazioni popolari; – Quorum 10%; – Sull’ammissibilità del quesito decide il difensore civico sentito il collegio dei garanti; – Effetti del ref. Consultivo: discussione e delibera alla 1° seduta del CC dopo la proclamazione del risultato; – Effetti del ref. Abrogativo: ablazione il giorno successivo alla proclamazione del risultato; – Effetti del ref. Propositivo: il CC ha 60 gg. di tempo per prendere provvedimenti conformi alla volontà popolare; – In caso di inadempienza del CC nomina di un commissario ad acta; – I seggi elettorali devono essere collocati prioritariamente in fabbricati in uso al comune e solo in casi di insufficienza numerica in edifici scolastici; – Anch l’amministrazione comunale può avere l’iniziativa di indire consultazioni popolari con il voto.

CLICCA QUI E LEGGI LA PROPOSTA NEL DETTAGLIO

Inserisci la tua opinione